TORTA SCIMMIA

domenica 16 luglio 2017

Le scimmie amano la frutta e in particolare la frutta molto dolce e spesso nei documentati le vedi volare da un albero all'altro in cerca di zucchero, con gli occhi super allegri.
E chiamale stupide. 
La frutta è ancora un mistero per me, intendo dire prendi per esempio un'anguria, da dove viene questo frutto magico, dolcissimo e pieno di semi neri che ancora mi chiedo cosa ci fanno lì in così tanti?
E i fichi allora? Un frutto dalla trama psichedelica e dalla dolcezza infinita che bisogna stare attenti a non farsi trascinare in un vortice.
Le banane poi, ancora mi stupisco delle banana ogni volta che ne sbuccio una. 
Un frutto che molto facilmente può darmi la nausea, se lo mangio maturo. Se invece è al punto giusto, bingo.
E il punto giusto è leggermente acerba, poco prima di fare le macchioline nere. Dopo questo punto le lascio annerire in santa pace, per le mie torte di banane.
Questa torta è l'eccezione, perché qui le banane non devono essere sul punto di morte ma devono essere sode e gialline. 

Per le mie torte di banane ho una specie di guru e il suo nome è Nigel Slater, anzi diciamo che in generale le sue torte mi riescono sempre. Per questo lo ammiro e mi fido di lui. 
La torta in questione mi ha catturata fin da subito, fin da quando ho letto le tre parole magiche: banane, cardamomo, olio di semi.
Sono una grande sostenitrice dell'olio di semi nei dolci, mentre evito qualsiasi torta con l'olio di oliva che a mio parere rende tutto pesante e rimane sempre quel sapore di olio in bocca, come quando metti troppo olio nell'insalata e addio sapori.
La ricetta originale è qui e la verità è che non ha bisogno di modifiche, un altro motivo per cui ti ammiro, Nigel.

Torta di banane e cardamomo

Ingredienti
banane, 375 g (senza buccia)
succo di limone, 1 cucchiaio
farina, 200 g
lievito, 2 cucchiaini
sale, 1 pizzico
zucchero di canna fino, 180 g (equivalente del golden caster sugar)
uova, 2
olio di semi, 4 cucchiai
zucchero di canna fino e cardamomo in polvere per decorare

Preriscaldare il forno in modalità statica a 170°.
In un piatto, schiacciare le banane con una forchetta ma non troppo da formare una purea liquida e mescolare al cucchiaio di succo di limone. 
In una ciotola, mescolare insieme la farina, il lievito e il sale.
In un'altra ciotola, sbattere con una frusta elettrica le uova e lo zucchero fino a che il composto avrà raddoppiato in volume.
Aggiungere lentamente l'olio di semi e continuare a sbattere con la frusta.
A mano a mano incorporare il composto di farina con un cucchiaio di metallo e alla fine aggiungere le banane schiacciate senza romperle troppo.
Versare il composto in una teglia tonda da 22 cm imburrata e infarinata.
Spolverare la superficie con dello zucchero di canna fino e della polvere di cardamomo, a piacimento.
Cuocere per 35/40 minuti. Fare la prova dello stecchino.


0 commenti:

Posta un commento

 

© Lightly Browned All rights reserved . Design by Blog Milk Powered by Blogger